Manifestazione “Sicurezza e Legalità”
 

Manifestazione “Sicurezza e Legalità”

Blog

04/03/2016

Manifestazione “Sicurezza e Legalità”

Manifestazione “Sicurezza e Legalità”



manifestazione-sicurezza-e-legalita

Sabato 5 marzo, ore11:00, piazza Garibaldi, Napoli. Cantalamessa: “Sono passati tre mesi dall’esposto alla Procura. Città abbandonata. Metteremo in mora il sindaco e il ministro Alfano” Napoli 03 marzo 2015 – Noi con Salvini Napoli, a seguito dell’esposto presentato alle Forze dell’ordine e alla Magistratura, sabato 5 marzo, alle ore 11:00, presso piazza Mancini, insieme ai Comitati di Quartiere, Associazioni di categoria e cittadini spontanei organizza la manifestazione “ La TUA SICUREZZA è un TUO DIRITTO e un NOSTRO OBIETTIVO “. Il vice coordinatore regionale di Noi con Salvini, Gianluca Cantalamessa, spiega: ”La manifestazione viene indetta a seguito delle costanti segnalazioni che il movimento stesso ha effettuato, difatti in data 9.12.2015 è stato presentato anche un esposto alla magistratura e alle istituzioni cittadine, rimaste ad oggi senza alcun riscontro ed esito. Questo silenzio, purtroppo, si protrae per l’inerzia dell’amministrazione comunale che senza le opportune misure, contribuisce ad alimentare il senso di pericolo e abbandono in cui versano i cittadini residenti nella zona. Più volte e da più fronti, si è richiesto - continua il coordinatore di Noi con Salvini - al Sindaco e ai responsabili del ministero, di approntare un piano di sicurezza, predisporre un sistema di videocamere e garantire una maggiore presenza sul territorio di forze di polizia che garantiscano e assicurino il diritto alla sicurezza di residenti, turisti, albergatori e commercianti della zona della stazione centrale. Da troppo tempo la zona di Piazza Garibaldi, Corso Garibaldi, Corso Meridionale, Via Firenze, Corso Umberto, Via Casanova, Via Rosaroll e relativi quartieri limitrofi, versano in condizioni di palese illegalità diffusa, pericolo e abbandono da parte delle istituzioni comunali. Sebbene Piazza Garibaldi sia biglietto da visita della città per tantissimi di turisti che giungono a Napoli tramite il servizio ferroviario, queste zone sono state di fatto abbandonate e lasciate a soffocare nel decadimento, diventando quotidianamente teatro di attività illecite e criminose. Se non si prenderanno seri provvedimenti, adeguati alla terza città italiana, ci riserveremo di mettere in mora il sindaco e il ministro Alfano per ogni giorno inadempiente alla sicurezza del territorio. Alle forze dell’ordine sono state, purtroppo, legate le mani da una gestione vergognosa. Napoli è dei napoletani onesti e non possiamo restare a guardare la criminalità che si arricchisce con milioni e milioni di euro mentre la gente perbene soccombe tra tasse da pagare e servizi carenti. NOI DICIAMO BASTA!”