NCS Napoli, al via petizione contro il degrado della Villa Comunale di Napoli
 

NCS Napoli, al via petizione contro il degrado della Villa Comunale di Napoli

Blog

11/02/2016

NCS Napoli, al via petizione contro il degrado della Villa Comunale di Napoli

NCS Napoli, al via petizione contro il degrado della Villa Comunale di Napoli



ncs-napoli--al-via-petizione-contro-il-degrado-della-villa-comunale-di-napoli

Napoli 22 gennaio 2016 – Noi con Salvini organizza domenica, 24 gennaio, ore 12:30, in Piazza Vittoria a Napoli, una raccolta firme per denunciare le condizioni di degrado della “Villa Comunale”. La petizione sarà inoltrata al presidente della Regione Campania, al sindaco di Napoli e alla Sopraintendenza per segnalare la devastazione della settecentesca Villa Comunale partenopea. Luogo che giace ormai in totale stato di abbandono e soprattutto privo di sorveglianza e manutenzione ordinaria. E’ sotto gli occhi di tutti l’impatto devastante dell’area cantieristica dell’Ansaldo, il sedile di Piperno distrutto dalla caduta dell’ Eucaliptus secolare e mai aggiustato, la pavimentazione sconnessa prima ancora di essere terminata, la strage di alberi, le panchine distrutte, i resti di falò, le giostrine vandalizzate, per non parlare di preservativi e siringe disperse su quel che resta dei prati. Le “macchie” di Banani, lato Vittoria, svuotate al centro e usate come camere con vista dai clochard e aggiungiamoci anche qualche “bella“ signora dall’aspetto appariscente che verosimilmente è in cerca di piaceri a pagamento.Cassa_Armonica_in_Villa_Comunale

Vogliamo parlare della cassa armonica? Al posto dei vetri gialli e verdi che ne contraddistinguevano la corolla (fatta asportare per fare il palco delle premiazioni della coppa America) ora metteranno degli anonimi vetri bianchi.

Non ultimo tra i danni provocati alla Villa Comunale, c’è da menzionare anche il condotto di areazione della linea 6 che sbuca al centro del vialone settecentesco (lato Vittoria) e le statue ( la prima a dx della recinzione su piazza Vittoria) cadute e scomparse. “Non può essere questa l’immagine della terza città d’Italia che offriamo ai turisti”, spiega Ciro Pisacani, responsabile iniziative territoriali di Noi con Salvini Napoli e ideatore della petizione.